asd
34.5 C
Ruoti
venerdì, 19 Luglio, 2024

ROCCO BUCCICO “DA RUOTI A MONTICCHIO”:  Una Mostra, tra Ruoti e Rionero, nel Centenario della sua morte

RUOTI. Un altro tassello aggiunto al grande puzzle dell’associazione “Recupero tradizioni ruotesi”, sabato u.s., con l’omaggio di una Mostra a uno dei figli della comunità ruotese: Rocco Buccico, Direttore tecnico, tra gli altri incarichi, della tenuta forestale di Monticchio.

L’’inaugurazione della Mostra fotografica “Da Ruoti a Monticchio”, insieme ad un Podcast sulla sua vita e attività in occasione del centenario della sua morte (1924-2024) è stata voluta e sostenuta dal Comune nell’ambito dei “Percorsi GAL”.

Tra i presenti, oltre ai cittadini, il parroco don Antonio Arenella che ha presieduto al taglio del nastro inaugurale, anche un cospicuo numero di amici e familiari, dal senatore Emilio Buccico alla nipote Giovanna, alla famiglia Tramutoli, Mutalipassi e Salinardi, -da parte di Ernesto Salinardi la disponibilità dei locali (in Largo Salinardi) dove la Mostra è stata inaugurata e dove resterà aperta al pubblico per le prossime settimane dalle 17 alle 20 (e/o, per orari diversi contattando l’associazione).

Ai saluti istituzionali del sindaco Franco Gentilesca che ha sottolineato l’importanza della valorizzazione della storia per la crescita culturale-economica della comunità nonché la possibilità di un futuro “luogo” culturale permanente, sono seguiti quelli commossi del pronipote, l’avvocato Emilio Buccico rievocando particolari aneddoti nonché il saluto del rappresentante culturale del Vulture, Donato Mazzeo che ha portato i saluti del sindaco di Rionero, dove la mostra si sposterà nelle ultime tre settimane di agosto, della presidente percorsi Gal Caterina Salvia e dello stesso autore-biografo di Buccico Giovanni Tramutoli. Infatti, quella di sabato è stata una seconda tappa dedicata a Rocco Buccico, dopo la presentazione nei mesi scorsi del libro di Giovanni Tramutoli “Da Ruoti a Monticchio”. L’inaugurazione della Mostra rappresenta ancora una volta “l’impegno e la volontà – ha detto il presidente dell’associazione Felice Faraone – a recuperare e tramandare alle giovani generazioni un patrimonio prezioso della nostra comunità”. E nel saluto di Faraone anche l’annuncio e il ringraziamento ad Aldo Noviello, presente all’evento, figlio del Dirigente scolastico di Ruoti Franco Noviello, dalla metà degli anni Settanta fino alla metà degli anni Ottanta circa, per la donazione di un Fondo librario di 650 volumi alla comunità ruotese.

Una Mostra da non perdere per ripercorrere un personaggio illustre ed un protagonista, quello di Rocco Buccico, che ha contribuito a “fare gli italiani” a partire dal miglioramento delle condizioni di vita socio-economica nella Basilicata post-unitaria. A lui dobbiamo quelle “eccellenze enogastronomiche, che oggi vantiamo in Basilicata e provenienti da una zona votata alla silvicoltura ed alla viticoltura quale quella del Vulture”, ripredendo un passaggio della Premessa del volume di Tramutoli.

Dalla “rilettura” fotografica e dal podcast possiamo riscoprire il valore di un grande uomo: Direttore tecnico della tenuta forestale di Monticchio, innovatore imprenditore agricolo, amico e consigliere di importanti personalità del tempo, tra cui Francesco Saverio Nitti, Giustino Fortunato ed Emanuele Gianturco.

RUOTI. Un altro tassello aggiunto al grande puzzle dell’associazione “Recupero tradizioni ruotesi”, sabato u.s., con l’omaggio di una Mostra a uno dei figli della comunità ruotese: Rocco Buccico, Direttore tecnico, tra gli altri incarichi, della tenuta forestale di Monticchio.

L’’inaugurazione della Mostra fotografica “Da Ruoti a Monticchio”, insieme ad un Podcast sulla sua vita e attività in occasione del centenario della sua morte (1924-2024) è stata voluta e sostenuta dal Comune nell’ambito dei “Percorsi GAL”.

Tra i presenti, oltre ai cittadini, il parroco don Antonio Arenella che ha presieduto al taglio del nastro inaugurale, anche un cospicuo numero di amici e familiari, dal senatore Emilio Buccico alla nipote Giovanna, alla famiglia Tramutoli, Mutalipassi e Salinardi, -da parte di Ernesto Salinardi la disponibilità dei locali (in Largo Salinardi) dove la Mostra è stata inaugurata e dove resterà aperta al pubblico per le prossime settimane dalle 17 alle 20 (e/o, per orari diversi contattando l’associazione).

Ai saluti istituzionali del sindaco Franco Gentilesca che ha sottolineato l’importanza della valorizzazione della storia per la crescita culturale-economica della comunità nonché la possibilità di un futuro “luogo” culturale permanente, sono seguiti quelli commossi del pronipote, l’avvocato Emilio Buccico rievocando particolari aneddoti nonché il saluto del rappresentante culturale del Vulture, Donato Mazzeo che ha portato i saluti del sindaco di Rionero, dove la mostra si sposterà nelle ultime tre settimane di agosto, della presidente percorsi Gal Caterina Salvia e dello stesso autore-biografo di Buccico Giovanni Tramutoli. Infatti, quella di sabato è stata una seconda tappa dedicata a Rocco Buccico, dopo la presentazione nei mesi scorsi del libro di Giovanni Tramutoli “Da Ruoti a Monticchio”. L’inaugurazione della Mostra rappresenta ancora una volta “l’impegno e la volontà – ha detto il presidente dell’associazione Felice Faraone – a recuperare e tramandare alle giovani generazioni un patrimonio prezioso della nostra comunità”. E nel saluto di Faraone anche l’annuncio e il ringraziamento ad Aldo Noviello, presente all’evento, figlio del Dirigente scolastico di Ruoti Franco Noviello, dalla metà degli anni Settanta fino alla metà degli anni Ottanta circa, per la donazione di un Fondo librario di 650 volumi alla comunità ruotese.

Una Mostra da non perdere per ripercorrere un personaggio illustre ed un protagonista, quello di Rocco Buccico, che ha contribuito a “fare gli italiani” a partire dal miglioramento delle condizioni di vita socio-economica nella Basilicata post-unitaria. A lui dobbiamo quelle “eccellenze enogastronomiche, che oggi vantiamo in Basilicata e provenienti da una zona votata alla silvicoltura ed alla viticoltura quale quella del Vulture”, ripredendo un passaggio della Premessa del volume di Tramutoli.

Dalla “rilettura” fotografica e dal podcast possiamo riscoprire il valore di un grande uomo: Direttore tecnico della tenuta forestale di Monticchio, innovatore imprenditore agricolo, amico e consigliere di importanti personalità del tempo, tra cui Francesco Saverio Nitti, Giustino Fortunato ed Emanuele Gianturco.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il nome

Ultimi articoli