12.8 C
Ruoti
giovedì, 23 Maggio, 2024

UniTre presenta “Il Viandante”, il nuovo libro di Domenico Lauria

«Anche pochi attimi possono lasciare un segno indelebile che marchia a fuoco l’anima e lo si conserva nella memoria diventando un puntino che va ad aggiungersi ad altri puntini formando così la linea della nostra esistenza».

Lo scorso 26 marzo è stato presentato nel Salone delle feste della Società Operaia di mutuo soccorso, il nuovo libro di Domenico Lauria “Il Viandante” edito da Laurita, promosso dall’Università delle tre età di Muro Lucano. A dialogare con l’autore e l’editore Paolo Laurita, la giornalista Angela Di Maggio.

La pubblicazione, presentata anche a Torino, al Salone Internazionale del libro, parla di un gruppo di amici, che a seguito di un grave episodio, si perdono di vista ed ognuno prende la propria strada, ma il destino lo farà incontrare nuovamente, avendo in serbo terribili conseguenze. Un viaggio reale ma anche trascendentale che coinvolge il lettore tra suspence ed emotività.

«In tutti i suoi libri Lauria, cerca sempre di trasmettere le bellezze della Basilicata, manifestando l’amore per la sua terra e così anche nel Viandante lancia degli spunti sulla storia locale, sulla nostra cultura e sui vari paesaggi familiari. Vi assicuro che i lettori resteranno con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina. La narrazione, che è anche un viaggio interiore, sviluppa un intreccio fortemente emotivo, avvalendosi dei procedimenti tipici della suspense così da produrre tensione e brivido. Il ritmo narrativo è dosato in maniera sapiente dall’autore per coinvolgere il lettore.  Come si evince dal titolo Domenico si è ispirato a Dante, il sommo poeta autore di uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale per il quale a settembre si sono ricordati i settecento anni dalla morte.  Auguro a chi acquisterà questo libro una lettura da brivido». Queste le parole della Vicepresidente dell’UNITRE Milena Nigro, che ha voluto evidenziare il rapporto di stima e amicizia che lega l’autore all’Unitre, dove ha presentato anche: “ Ritorno a Pietrapertosa”, “Le ombre del passato”, “Brandelli di realtà”, e le raccolte poetiche “Gli occhi negli occhi”, “Il re del niente”.

 Con questa sua nuova pubblicazione, Domenico Lauria, nato in Svizzera, ma tornato giovanissimo nel capoluogo lucano, mostra ancora una volta le bellezze della nostra terra: la Basilicata.


«Anche pochi attimi possono lasciare un segno indelebile che marchia a fuoco l’anima e lo si conserva nella memoria diventando un puntino che va ad aggiungersi ad altri puntini formando così la linea della nostra esistenza».

Lo scorso 26 marzo è stato presentato nel Salone delle feste della Società Operaia di mutuo soccorso, il nuovo libro di Domenico Lauria “Il Viandante” edito da Laurita, promosso dall’Università delle tre età di Muro Lucano. A dialogare con l’autore e l’editore Paolo Laurita, la giornalista Angela Di Maggio.

La pubblicazione, presentata anche a Torino, al Salone Internazionale del libro, parla di un gruppo di amici, che a seguito di un grave episodio, si perdono di vista ed ognuno prende la propria strada, ma il destino lo farà incontrare nuovamente, avendo in serbo terribili conseguenze. Un viaggio reale ma anche trascendentale che coinvolge il lettore tra suspence ed emotività.

«In tutti i suoi libri Lauria, cerca sempre di trasmettere le bellezze della Basilicata, manifestando l’amore per la sua terra e così anche nel Viandante lancia degli spunti sulla storia locale, sulla nostra cultura e sui vari paesaggi familiari. Vi assicuro che i lettori resteranno con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina. La narrazione, che è anche un viaggio interiore, sviluppa un intreccio fortemente emotivo, avvalendosi dei procedimenti tipici della suspense così da produrre tensione e brivido. Il ritmo narrativo è dosato in maniera sapiente dall’autore per coinvolgere il lettore.  Come si evince dal titolo Domenico si è ispirato a Dante, il sommo poeta autore di uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale per il quale a settembre si sono ricordati i settecento anni dalla morte.  Auguro a chi acquisterà questo libro una lettura da brivido». Queste le parole della Vicepresidente dell’UNITRE Milena Nigro, che ha voluto evidenziare il rapporto di stima e amicizia che lega l’autore all’Unitre, dove ha presentato anche: “ Ritorno a Pietrapertosa”, “Le ombre del passato”, “Brandelli di realtà”, e le raccolte poetiche “Gli occhi negli occhi”, “Il re del niente”.

 Con questa sua nuova pubblicazione, Domenico Lauria, nato in Svizzera, ma tornato giovanissimo nel capoluogo lucano, mostra ancora una volta le bellezze della nostra terra: la Basilicata.


Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il nome

Ultimi articoli